Giardino

Le migliori motoseghe

Quando abbiamo un giardino in casa, il nostro obiettivo principale è mantenerlo in perfette condizioni. Cerchiamo che non perda la sua essenza e che continui a brillare con la stessa vitalità nonostante il passare del tempo.

Tuttavia, questo non è un compito facile. In molte occasioni, la natura mette sassi sul nostro cammino e ci costringe a fare un lavoro molto estenuante per mantenere bello il giardino.

Una delle cose più comuni è che gli alberi crescono in modo sproporzionato, richiedendo la loro potatura. Per fortuna, per questo abbiamo un elemento differenziale: la motosega.

Questo dispositivo ci aiuterà a potare gli alberi e generare legna da ardere con poco sforzo. Dovremo semplicemente accenderlo e basterà la sua forza naturale perché il legno non sia per noi un ostacolo.

È un prodotto che è sul mercato da molti anni, quindi il numero di modelli esistenti è molto ampio. In questa guida cercheremo di scegliere quali motoseghe possono dare i migliori risultati.

5 consigli per l’acquisto di una motosega top

Per scegliere la motosega più adatta a noi per la nostra casa, dobbiamo analizzare alcuni aspetti legati a questa tipologia di prodotto, che ci daranno delle chiare indicazioni su come si comporterà ciascuno dei modelli.

  • Lunghezza della lama della motosega: è uno degli elementi da tenere in considerazione in questo tipo di dispositivo, poiché determinerà la dimensione degli alberi che possiamo tagliare. Se scegliamo una spada lunga, saremo in grado di tagliarle più grandi ma la motosega sarà meno maneggevole, cosa che sarà completamente l’opposto nella spada corta.
  • Peso: è importante analizzare questi dati. Se stiamo iniziando a utilizzare un prodotto di questo tipo, forse una motosega pesante non è l’opzione migliore, quindi dovremmo cercare di prenderne una più leggera. Il peso è solitamente determinato da quanto è grande il serbatoio del carburante dell’utensile.
  • Materiale da tagliare: Non tutti i legni sono uguali, quindi dobbiamo analizzare attentamente quale proveremo a tagliare prima di acquistare la nostra nuova motosega. A seconda della durezza di questo, e dei tempi in cui lo utilizzeremo normalmente, varrà la pena scommettere su un modello più o meno semplice.
  • Sicurezza: una motosega è uno strumento il cui uso comporta dei pericoli. Pertanto, dobbiamo guardare a quelli che portano il maggior numero di misure di sicurezza. Molti di loro solitamente incorporano una protezione contro gli urti e un controllo antiritorno con freno catena immediato.
  • Sistema di partenza: negli ultimi tempi, un sistema di partenza noto come soft ha guadagnato peso. Questa tecnologia consente di avviare l’utensile senza intoppi e facilmente, senza che la sega inizi a muoversi bruscamente. Questo aiuta l’utente ad avviarlo non è difficile e offre anche una maggiore sicurezza.

Le 6 migliori motoseghe

1. Greencut GS620X

Specifiche

  • Lunghezza spada: 50 cm.
  • Peso: 7,5 chilogrammi.
  • Operazione: Benzina 95.
  • Potenza: 3,8 CV.
  • Blocco di sicurezza: Sì.
  • Motore a benzina: 2 tempi.
  • Particolarità: Pompa olio automatica, antivibrante.

La Greencut GS620X è una motosega a benzina molto robusta con la quale puoi tagliare qualsiasi tipo di legno. Questo è uno strumento ideale per te se vivi in ​​una zona popolata con molti alberi o se lavori abitualmente in falegnameria.

Un’ottima caratteristica di questo prodotto è che offre sempre una grande potenza. Inoltre, grazie a come è fabbricato, puoi mantenerlo facilmente e velocemente. Questa è un’alternativa molto comoda con un sistema antivibrante che lo rende leggermente fastidioso.

L’unico inconveniente è che è piuttosto pesante, quindi se non sei una persona molto forte, potrebbe volerci del tempo per abituarti. Ma questo è abbastanza ben compensato dalla potenza che ha e dalla lunghezza della sua spada, grazie alle sue dimensioni puoi affrontare i lavori più pesanti.

PROFITSIONISTI:

  • Il manubrio è molto ergonomico.
  • Grande cilindrata di 66 cc.
  • È molto stabile.

CONTRO:

  • Il suo peso può metterti un po’ a disagio.

2. Catena universale Bosch 18

Specifiche

  • Lunghezza della spada: 20 centimetri.
  • Peso: 2,7 chilogrammi.
  • Velocità catena: 4,2 m/s.
  • Funzionamento: batteria.
  • Voltaggio batteria: 18V.
  • Caratteristiche speciali: lunga durata della batteria.

Bosch UniversalChain 18 è una motosega a batteria che ti farà risparmiare ciò che normalmente spenderesti per benzina o olio. Questo è uno dei modelli più ergonomici sul mercato, il suo design morbido e la curvatura del manubrio lo rendono un’alternativa molto comoda e facile da usare.

Inoltre, qualcosa che si apprezza anche di questo modello è che è molto leggero, quindi non dovrai fare uno sforzo per caricarlo. In generale è una motosega molto semplice e dalla grande autonomia, con una sola carica puoi tagliare quasi tutto ciò che ti serve in un solo giorno.

Tuttavia, una cosa non così positiva è che è piuttosto breve, il che limita un po’ le opzioni durante l’abbattimento. Ma a parte questo, questa è un’alternativa compatta e molto efficiente che imparerai a usare in pochissimo tempo.

PROFITSIONISTI:

  • Si carica velocemente.
  • Ha un’elevata velocità di taglio.
  • Con protezione punta.

CONTRO:

  • Il bordo potrebbe essere leggermente migliore.

3. Einhell GE-EC 2240

Specifiche

  • Lunghezza della spada: 40 centimetri.
  • Peso: 5,6 chilogrammi.
  • Funzionamento: Con alimentazione elettrica.
  • Capacità del serbatoio: 150 ml.
  • Velocità della catena: 15 m/s.
  • Potenza: 2200 W
  • Particolarità: avviamento graduale.

Se stai cercando una motosega adatta a molte situazioni diverse, Einhell GE-EC 2240 è un utensile elettrico ad alta potenza che è anche molto maneggevole . A differenza di altri prodotti con potenza simile, questo ha un sistema di avviamento che non ti disturberà minimamente.

Ma poiché la sicurezza è molto importante, questo strumento include diversi sistemi che assicurano che tutto vada bene durante l’abbattimento. La protezione contro il contraccolpo e il freno automatico della catena ti daranno tutta la sicurezza di cui hai bisogno.

Sebbene questa sia un’ottima opzione, tieni presente che il cavo è piuttosto corto. Tuttavia, questa è una motosega di lunga durata che potrai utilizzare per anni. I materiali di ogni sua parte sono di ottima qualità, quindi avrai una motosega di qualità per molti anni.

PROFITSIONISTI:

  • La spada è di buone dimensioni.
  • È uno strumento molto sicuro.
  • Catene facili da cambiare.

CONTRO:

  • Non include olio.

4. Eco CS 352 ES

Specifiche

  • Lunghezza spada: 30 cm.
  • Peso: 4 chilogrammi.
  • Funzionamento: benzina.
  • Motore: 34 cc.
  • Particolarità: Avvio facile.

L’Echo CS 352 ES è una motosega di tipo professionale che piacerà a tutti i tipi di acquirenti, quindi sia che tu stia appena iniziando con l’abbattimento o abbia molta esperienza, questo è uno strumento che soddisferà. Anche se la sua spada non è troppo grande, è molto robusta e veloce da abbattere.

Tra i punti negativi di questo strumento c’è che i suoi materiali non sono robusti come con altri marchi, quindi potrebbe avere alcuni guasti nel corso degli anni. Ma questo è un prodotto a doppia impugnatura che offre molte possibilità di presa, quindi questa è la scelta migliore per tagliare il legno con un’ampia varietà di angoli.

PROFITSIONISTI:

  • Efficiente sistema antivibrante.
  • Ottimo flusso d’aria.
  • È facile accedere al filtro.

CONTRO:

  • È un po’ piccolo.

5. Anova MG36

Specifiche

  • Lunghezza spada: 30 cm.
  • Peso: 3,3 kg.
  • Funzionamento: benzina.
  • Potenza: 1100 W
  • Cilindrata: 36,8 cc.
  • Particolarità: Avvio facile.

Se stai cercando uno strumento semplice che funzioni a benzina, l’Anova MG36 è l’alternativa ideale da avere a casa. Nel caso in cui si voglia tenere in ordine il proprio giardino, o si vogliano fare lavori di falegnameria meno complessi, questa è una motosega ad un buon prezzo che taglia molto bene il legno meno robusto in pochi minuti.

Ma una cosa che non ci ha convinto del tutto è che non è potente come vorremmo, nonostante sia uno strumento piccolo e leggero rispetto ad altri, potrai anche tagliare meno cose rispetto a motoseghe leggermente più potenti. Anche se questo non ti infastidisce, avrai a casa un prodotto molto maneggevole che puoi utilizzare nella tua giornata.

PROFITSIONISTI:

  • È molto ergonomico.
  • Ha buone prestazioni.
  • Materiali durevoli.

CONTRO:

  • È un po’ difficile iniziare.

6. McCulloch CSE 2040 S

Specifiche

  • Lunghezza spada: 40 cm.
  • Peso: 3,7 chilogrammi.
  • Funzionamento: Con cavo elettrico.
  • Capacità del serbatoio: 0,24 litri.
  • Potenza: 2022 W
  • Blocco di sicurezza: freno catena automatico.
  • Particolarità: Con indicatore livello carburante.

La McCulloch CSE 2040 S è una motosega molto potente e lunga che pesa anche pochissimo. Questo modello è noto per le alte velocità a cui lavora la sua catena. Prima di quanto ti aspettassi avrai già tagliato tutto ciò di cui hai bisogno. Ma soprattutto, è uno strumento molto sicuro.

Questo strumento ha un sistema sofisticato appositamente progettato per evitare problemi durante l’utilizzo. Inoltre, nel caso in cui desideri conoscere esattamente i livelli dell’olio, include un indicatore facilmente accessibile che ti consentirà di verificare in qualsiasi momento se è necessario ricaricare presto o meno.

Senza l’uso di attrezzi puoi montare e regolare tutto il necessario per far funzionare questa motosega. Questo è un prodotto molto intuitivo e di facile comprensione. Tuttavia, in termini di potenza potrebbe non essere sufficiente abbattere i legni più duri, quindi dovrai avere un po’ di pazienza nei lavori più pesanti.

PROFITSIONISTI:

  • Fa poco rumore.
  • Efficiente sistema di tensione della catena.
  • Design elegante.
  • Spada di dimensioni versatili.

CONTRO:

  • Le istruzioni nel manuale non sono chiare.

Quale motosega scegliere?

Nel mercato abbiamo diversi tipi di motoseghe che si differenziano principalmente per quale sia la loro unità di potenza, il che genera alcune differenze nei vantaggi che possono offrirci.

1. Motoseghe a benzina

Hanno un motore a benzina che può essere molto potente. Forse proprio per quest’ultimo dettaglio, questi tipi di strumenti sono quelli che dovremmo usare per fare lavori intensi con legni duri e spessi, come il ciliegio o il rovere.

La cosa negativa è che dopo l’uso hanno bisogno di più manutenzione, poiché devi pulire la pompa dell’olio e le sue candele. Per usarlo, devi conoscere la miscela di olio e benzina, poiché deve essere nella sua esatta proporzione.

Se sei interessato a saperne di più su questo tipo di motosega perché pensi che sia quella che può adattarsi meglio a te, ti lasciamo il nostro confronto di motoseghe a benzina, dove troverai le migliori per i lavori più difficili del tuo giardino.

2. Motoseghe elettriche

Hanno un motore alimentato da elettricità, ma di solito hanno comunque una buona potenza. Per utilizzarli bisogna averli collegati ad una presa di corrente, il che limita molto la nostra capacità di muoverci e genera un grande costo in termini di energia.

Per quanto riguarda la manutenzione, lo stato della catena e la capacità di taglio devono essere al centro dell’attenzione. La sua spada e la sua capacità di taglio indicano che deve essere utilizzata con legni teneri e poco spessi, alla maniera delle siepi da giardino.

Se pensi che questo sia ciò di cui hai bisogno per il tuo giardino e vuoi saperne di più su questi modelli, ti lasciamo qui la nostra guida all’acquisto di motoseghe elettriche, dove puoi trovare quelle che possono offrirti le migliori caratteristiche.

3. Motoseghe a batteria

Hanno dimensioni inferiori rispetto agli altri, il che significa che sono più facili da maneggiare. Naturalmente la sua potenza è molto limitata, dovendo concentrarsi sulla lavorazione di legni teneri molto sottili, come il cedro o il pioppo.

Le sue batterie vanno bene ma hanno un’autonomia limitata, quindi si consiglia di averne più di una per non dover perdere tempo a caricarla. Il suo peso ci permette di maneggiarlo con una sola mano, rendendolo il più comodo per lavori leggeri.

Se sei attratto da questo curioso tipo di attrezzo, ti invitiamo a leggere questo articolo sulle motoseghe a batteria, dove potrai vedere i modelli ideali per quei lavori più semplici nel tuo giardino.

Come usare una motosega in sicurezza

Le motoseghe sono strumenti molto utili ma possono essere molto pericolosi per il loro utente se non hanno abbastanza conoscenze per usarle. Ci sono una serie di dettagli da tenere in considerazione.

1. Passaggi precedenti

La prima cosa da fare è leggere il manuale di istruzioni della macchina per avere un’idea generale di come funziona. Fatto ciò, dobbiamo indossare indumenti più o meno attillati, che non possano essere catturati dalla catena e controllare che la motosega sia funzionante.

2. Messa in servizio

Non dovremmo mai accendere la macchina sopra la nostra vita, poiché potrebbe essere molto pericoloso. Dobbiamo farlo sempre a livello del suolo e assicurandoci sempre che non ci sia nessuno intorno a noi, soprattutto se abbiamo bambini in casa.

3. Uso responsabile

Una volta che lo abbiamo acceso, dobbiamo solo usarlo. È importante che nessuno tenga con le mani il legno che andremo a tagliare, così come che dobbiamo sempre avere il pollice sul manubrio. Se vuoi spostarti da un lato all’altro con l’utensile, dovrai azionare il suo freno catena e metterci sopra il coperchio.

Guida all’acquisto della motosega

Oltre a conoscere le caratteristiche, i modelli e il modo corretto di utilizzare questo tipo di prodotto, dobbiamo tenere conto di altri dettagli che possono essere per noi fondamentali per fare una scelta corretta.

Capacità del serbatoio del gas

Il serbatoio del gas di una motosega è uno degli elementi più importanti, poiché lo influenzerà in modo doppio. Il primo, perché l’autonomia dell’utensile dipenderà dalla sua capienza: se abbiamo un serbatoio capiente, possiamo usarlo a lungo senza fermarci, a differenza di se è piccolo. Questo è strettamente legato al secondo motivo per cui il serbatoio è importante, poiché il suo peso può condizionare notevolmente l’uso della motosega.

Potenza e velocità della motosega

La potenza e la velocità di una motosega saranno importanti quando si svolge qualsiasi tipo di attività con essa, poiché in larga misura questi dati condizioneranno le possibilità di taglio del nostro strumento, potendo accedere più o meno al legno. duro.

Per quanto riguarda i valori specifici, i motori di questo tipo di dispositivo devono avere una potenza superiore a 1.600 W, ma mai superiore a 2.200. Se invece parliamo di velocità, potremmo averne bisogno di uno che avesse tra 1 e 3 cavalli, essendo questo un valore molto interessante.

peso della motosega

Questo è un fatto che può condizionare in gran parte l’uso della nostra motosega. Partendo dal presupposto che un utensile di questo tipo deve supporre un certo peso dovuto a tutti i componenti che trasporta, forse la cosa più importante da valutare è il suo deposito, poiché questo condizionerà in modo decisivo quanto ci costa spostare l’utensile. Normalmente, se non abbiamo molta esperienza, sarà meglio per noi utilizzare una macchina che pesa poco, a differenza di se abbiamo già una certa mano.

manutenzione motosega

Per mantenere la motosega in buone condizioni, dobbiamo prendere in considerazione una certa cura. Dobbiamo controllare l’olio della catena e della barra prima di ogni utilizzo, cambiandolo se necessario. Inoltre, dobbiamo mantenere la catena sempre affilata e pulire i detriti che rimangono nella macchina dopo ogni utilizzo.

Come affilare la catena della motosega

Come accennato in precedenza, la catena della motosega ha bisogno di essere affilata frequentemente per non perdere un solo punto di usabilità. Per farlo, devi seguire alcuni punti molto specifici.

  1. Meglio con una macchina che con una lima: l’affilatura con una lima finisce per consumare molto la catena dopo un uso prolungato e prolungato, quindi è meglio andare direttamente alla macchina.
  2. Posiziona la macchina: Dobbiamo posizionarla in modo che la macchina sia ad un angolo di 30 gradi , poiché quella sarà la posizione corretta per eseguire il processo.
  3. Messa in funzione: In quel momento non ci resta che inserire la catena nella guida dell’affilatoio. Saranno necessari solo tre colpi per ogni dente della catena. Per sapere con quale abbiamo iniziato, dovremo solo contrassegnarlo con un pennarello.
  4. Massima sicurezza: è molto importante eseguire questo processo seguendo squisiti protocolli di sicurezza. Dobbiamo indossare sempre gli occhiali ed essere consapevoli che nessuno si avvicina.

Come pulire le candele

Le candele sono fondamentali per l’avvio di una motosega, poiché sono quelle che emettono la scintilla che fa iniziare a bruciare il carburante. Pertanto, è necessario seguire alcuni passaggi specifici per mantenerli perfettamente puliti.

  1. Guarda le sue condizioni: quando una candela è sporca è facile da controllare. Normalmente tendono ad adottare un colore nero, oltre a emettere molto fumo.
  2. Prendi l’attrezzatura: non è che ci serva qualcosa di troppo complesso, ma è vero che abbiamo bisogno di alcuni elementi, come una spazzola con setole forti e una bottiglia di liquido detergente per candele.
  3. Processo: Dobbiamo semplicemente immergere la spazzola nel liquido e poi passarla sulla parte metallica della candela. In quel momento vedremo come sta prendendo un altro colore.
  4. Asta finale: Per finire lasciandolo in uno stato ottimale, dobbiamo passargli una spazzola metallica e carta vetrata. Nel caso anche così la situazione della candela non dovesse migliorare, forse dovremmo pensare a cambiarla.

Come oliare la catena

Un funzionamento ottimale della catena della motosega eviterà alcuni inconvenienti e persino spaventi quando la utilizziamo. Pertanto, dobbiamo mantenerlo sempre in ottime condizioni, cosa che otterremo con una buona manutenzione del grasso per catena.

  1. Scegliere un buon olio: molte persone pensano che qualsiasi olio valga la pena, ma si sbagliano completamente. Per una macchina con queste caratteristiche è necessario utilizzarne una che aderisca bene alla catena e scorra facilmente.
  2. Posizione macchina: Può capitare che il serbatoio dell’olio sia vuoto e quindi la catena non sia stata lubrificata affatto. In casi come questo, per poterlo fare manualmente, dobbiamo posizionare la macchina orizzontalmente e iniziare a mettere olio su tutta la catena.
  3. Accendere e accendere: una volta eseguito questo processo, il nostro prossimo compito sarà girare la macchina di alcuni gradi a sinistra, come se fosse inclinata. In quella posizione dobbiamo accenderlo in modo che la catena inizi a ruotare.
  4. Verifica e sicurezza: Una volta verificato che tutto funzioni di nuovo normalmente, la nostra motosega sarà pronta per l’uso. Questo processo deve essere eseguito con la massima sicurezza, consigliando guanti e occhiali.

Come pulire i filtri della motosega

I filtri della motosega hanno lo scopo di non permettere ad alcuni elementi esterni, come alcune particelle che rimangono sospese nell’aria, di raggiungere la zona del motore e causarvi problemi. Ecco perché abbiamo bisogno di sapere chiaramente come viene eseguita la sua pulizia e manutenzione.

  1. Rimuovere il filtro: È un elemento che si trova all’interno del carburatore, quindi dovremo prima smontarlo, per poi rimuovere la vite che fissa il filtro ed estrarlo.
  2. Livello di sporco: una volta fuori , dobbiamo essere noi a decidere. Se lo vedi in condizioni accettabili, un po’ d’acqua e un pennello saranno sufficienti. In caso contrario, entreranno in gioco elementi come sapone e acqua calda.
  3. Asciugatura: È importante che il filtro venga lasciato asciugare il tempo necessario , perché se lo si volesse rimettere e fosse bagnato, non sarebbe in grado di svolgere in alcun modo la sua funzione.
  4. Posizionamento: devi rimetterlo a posto, tenendo conto di come è stato posizionato prima e controllando se si adatta. Se quando lo togliamo vediamo che è molto cattivo, è meglio cambiarlo che pulirlo.

Dubbi che potresti avere

Cosa devo fare se la mia motosega non si avvia?

È necessario effettuare una serie di controlli , poiché si tratta di un fatto anomalo. Sarà necessario vedere come è la zona del carburatore, oltre a controllare se i filtri sono buoni e se le candele sono in condizioni ottimali per avviare la macchina.

Cosa devo fare se la mia motosega ha perso potenza?

Di solito sarà perché la catena non gira correttamente. Per vedere di cosa si tratta, dobbiamo vedere se il serbatoio dell’olio ha ancora lubrificante. In caso contrario, dovremo lubrificare manualmente la catena e riempire nuovamente il serbatoio dell’olio.

Qual è la migliore marca di motoseghe?

Ce ne sono molti sul mercato. Abbiamo Sthihl, con macchine modernissime e grandi prestazioni; Husqvarna, più orientata al mondo professionale; Makita, più focalizzata sui modelli elettrici; Einhell, buon prodotto a buon prezzo; Greencut, buone prestazioni a basso costo; e Bosch, che si dedica all’elettrico ma a un prezzo accessibile.

Escher Booko

Ciao a tutti! Sono uno scienziato politico e potete rivolgervi a me quando avete bisogno di saperne di più su un argomento. Quando non sto analizzando o ricercando qualcosa, scrivo per condividere con gli altri ciò che scopro su internet. Come analista e ricercatore, il mio obiettivo principale è quello di fornirvi informazioni accurate. Così come per chiarire ogni possibile dubbio che puoi avere su un prodotto, in modo che tu possa essere sicuro al 100% quando fai la tua scelta.